• Sab. Nov 28th, 2020

Il Vostro

La fonte autorevole in news e approfondimenti

Contrasto al traffico di esseri umani: importanti novità

DiRedazione

Lug 22, 2017

Si è svolto a Palazzo Chigi un incontro tra il Premier Gentiloni e il Presidente libico Al Serraj nel corso del quale la Libia ha chiesto l’intervento italiano con una presenza militare in acque libiche per fermare i barconi di disperati. In seguito a questo incontro oggi si terrà un vertice a Roma tra Gentiloni e i Ministri dell’interno Minniti e degli affari esteri Alfano per dare corso alla presenza italiana in acque libiche. Si tratterebbe di una presenza di almeno sei navi, aerei e droni con lo scopo di fermare i barconi organizzati dei trafficanti ma senza un intervento diretto italiano che dovrà limitarsi a segnalare la necessità di intervento ai libici.

Questi dovranno garantire il trattamento umano ai migranti ripostati a terra. Nel frattempo si registra anche una dichiarazione di Macron che annuncia la creazione di Hotspot in Libia a cura francese per determinare il diritto dei richiedenti all’asilo, evitando la partenza di migranti che non hanno diritto di approdare in Europa.

Sempre nella giornata di ieri è stata fermata una nave noleggiata da un’organizzazione di estrema destra che in acque libiche si propone di fermare i barconi dei migranti, esattamente quello che dovrebbero fare le Nazioni europee e sono stati arrestati il comandante, il suo vice e il proprietario, ufficialmente per il riscontro di documenti falsi.