• Mar. Ago 9th, 2022

Il Vostro

La fonte autorevole in news e approfondimenti

Come scegliere i mobili da giardino

DiRedazione

Mar 17, 2022
giardino

Come scegliere i mobili da giardino? Sono tantissime le persone che si pongono questa domanda. Nulla di sorprendente! Dopotutto gli ultimi due anni ci hanno insegnato che quando si ha a disposizione un ampio spazio outdoor è bene curarne i dettagli estetici senza lasciare nulla al caso. Se ti stai facendo domande su come procedere in merito, nelle prossime righe puoi trovare diversi consigli utili.

Quanto tempo passi in giardino?

Nel momento in cui si arreda un giardino da zero e ci si trova davanti alla necessità di scegliere gli elementi per renderlo unico, un doveroso cenno va dedicato al tempo che si ha intenzione di passare nel sopra citato spazio. Se si ha già l’intenzione di trascorrervi ore ed ore, rendendo per esempio il giardino il proprio angolo smart working – il fatto di averne uno non dà per scontato il fatto di utilizzarlo come spazio di lavoro, scelta che a molti non piace – si può optare per elementi d’arredo di dimensioni importanti, senza per forza focalizzarsi verso soluzioni pieghevoli.

In questi casi, è bene proteggere il proprio salotto da giardino con una pergola, dettaglio fondamentale sia in caso di intemperie, sia per non rischiare un’insolazione quando si passa il tempo all’esterno e, in virtù della concentrazione, non sempre ci si rende conto delle ore che trascorrono.

Attenzione all’umidità

Quando si parla dell’arredamento del giardino è possibile chiamare in causa, esattamente come nel caso degli ambienti indoor, un ampio numero di stili. Nella maggior parte dei casi, considerando la situazione, non si può non chiamare in causa il legno. Attenzione, però: quando lo si sceglie come protagonista dell’arredamento del proprio spazio verde outdoor, è molto importante scegliere con attenzione l’essenza. Il rischio, in caso contrario, è quello di vedere l’umidità compromettere fortemente l’integrità del materiale.

Quali sono le alternative migliori per evitare questa conseguenza? In primo piano troviamo senza dubbio legni come l’acacia, ma anche l’eucalipto. In tutti i casi, è bene ricordare che, man mano che passa il tempo, il legno va incontro a un irreversibile processo di invecchiamento che lo porta a ingrigirsi. Alla luce di ciò, è bene manutenerlo con cura nel tempo. Una strategia di grande efficacia al proposito è quella che vede in primo piano l’utilizzo di prodotti impregnanti. Prima di procedere alla loro stesura, è cruciale preparare il materiale al trattamento pulendolo con un detergente ad hoc.

L’importanza dell’equilibrio

Gli elementi d’arredo per il giardino non vengono inseriti in un contesto totalmente vuoto. Nella maggior parte dei casi, chi ha a disposizione uno spazio del genere si focalizza anche sulle piante. Alla luce di ciò, è bene studiare il giusto equilibrio dimensionale. I tavoli, le sedie e gli eventuali divani non devono “perdersi” nel verde. Nel contempo, non devono risultare dominanti rispetto alle piante. In virtù di quanto appena specificato, è spesso consigliabile rivolgersi a un arredatore di esterni esperto che, grazie al servizio di rendering, permette di farsi un’idea della situazione prima di procedere all’acquisto degli elementi per rendere speciale lo spazio sopra citato.

Mobili… e non solo

Nel momento in cui si ha intenzione di arredare al meglio un giardino, è bene concentrarsi sulla qualità e sulla dimensione dei mobili. Fondamentale, però, è non fermarsi a questo punto. Esattamente come nel caso degli spazi indoor, anche quando si “lavora” in outdoor è bene ragionare sugli accessori. La scelta, come sicuramente saprai, è molto varia. Esistono però dei dettagli che, a prescindere dallo stile, hanno sempre il loro perché. In questo novero è possibile includere il pouf, ideale sia per dare semplicemente un po’ di colore sia come soluzione poggia piedi.

Da non dimenticare sono altresì i cuscini e i cesti, che possono essere realizzati in materiali che vanno di vimini al rattan.